venerdì 29 ottobre 2010

Stasera per cinema



Stalker
vs
Borshch

Difesa Jubecca
vs
La gatta



Ogni gioco ha le sue regole che alla lunga potrebbero stancare, dunque andando in un luogo forte e contradditorio come la russia, decido di commissionarti una variazione.
Il film che scelgo è Stalker (Сталкер) diretto dal regista Andrej Tarkovskij nel 1979.
È un film di fantascienza che trascende il genere, in maniera molto elegante peraltro; è tratto dal racconto Picnic sul ciglio della strada scritto nel 1971 dai fratelli Arkadij e Boris Strugackij, ma come è uso di Tarkovskij è una totalmente personale interpretazione dello scritto originale.
Dicevo trascende perchè è mentale, quindi freddo, è blu quindi sicuramente non è rosso, non sentirai il sangue, che ti mancherà, sentirai solo la testa, non è un melange, nè una zuppa, è ordinato e lavora per comparti. È vellutato, non ha di certo una consistenza rustica, non sentirai il sapore della terra, che ti mancherà anche quella... avrai freddo forse, credo di doverti chiedere di preparare qualcosa in opposizione invece che in accordo.

Questa zuppa e' tradizione, calore e colore rosso sangue. E' un gusto che sfugge alle categorizzazioni. E' un equilibrio o meglio un contrasto tra dolce e agro, e' un autunno inoltrato ed una famiglia silenziosa seduta allo stesso tavolo, e' qualcosa di rustico, e' il sapore della terra, della terra bagnata.
E' perfetta per questo autunno... per il mio autunno...


Ingredienti
500g di rape rosse precotte
2 carote
2 gambi di sedano
2 cipolle rosse
40 g di burro
2 cucchiai di olio di oliva
2 agli leggermente schiacciati
4 pomodori a pezzi o passata rustica
prezzemolo
2 chidi di garofano
1 foglia di alloro
1 litro di brodo di carne ( manzo o pollo)
2 fette di limone
erba cipollina, pepe nero
panna acida

Tagliate cipolle, carote, sedano in pezzetti della stessa grandezza. Poi lasciate scioglire il burro in una pentola. Aggiungete due cucchiai di olio, gli agli e le verdure che girerete e soffriggerete per un paio di minuti. Poi aggiungete le rape che essendo precotte, avranno tempi di cottura piu' brevi rispetto al resto delle verdure.
Con un pezzettino di garza create un piccolo bouquet di spezie ( chiodi di garofano, alloro, e prezzemolo) e aggiungetelo alle verdure che avrete ricoperto con il brodo.Aggiungete anche le due fettine di linone.
Lasciate andare la zuppa per una mezzora e poi servitela guarnita con un cucchiao di panna acida, dell'erba cipollina e del pepe nero.

english version

Borshch

500 g pre steamed beetroots
2 carrots
2 celery
40g butter
2 red onions
2 garlic cloves, crushed
4 tomatoes, peeled and chopped
1 bay leaf
1 large parsley spring
2 cloves
black pepper
1 litre of beef stock
2 slices of lemon
soured cream, fresh chives

Cut carrots, onions, celery into pieces of the same shape. Melt the butter add some olive oil (about 2 spoons) in a large pan and cook the vegetables and the garlic stirring occasionally.Then Add the beetroot and some chopped tomatoes.
In the main time place the bay leaf, parsley and cloves in a piece of muslin and tie with string.
Prepare the stock o use one already done melted in hot water.
Add the muslin bag into the pan with the stock. Add the slices of lemon and bring the boil for a 30 min. Serve with soured cream and some chives chopped.






3 commenti:

sybin ha detto...

Io ieri ho fatto un esperimento: zuppa con patate, zucchine, porro e asparagi. Praticamente tutto quello che mi era rimasto in frigo. Ho aggiunto, alla fine, qualche foglia di menta e il profumatissimo origano di Gallipoli. Direi che non e' male, ma e' molto insipida. Perche'?

Gatta ha detto...

Ripassato porro, zucchine, asparagi con del burro? Io la menta la metterei a questo punto! poi anche un po' di pepe nero e magari un po' di noce moscata!
verto il gusto rimarra' cmq delicato visto le verdure ma....buona!!!

unika ha detto...

Ciao...Quest'anno ho organizzato lo swap natalizio....spero vorrai partecipare anche tu:-) ti aspetto nel mio blog dove è tutto spiegato come avverrà:-) un bacio
Annamaria