sabato 3 gennaio 2009

Bologna e dintorni

...ma si potrebbe dire anche dintorni e Bologna. La proprietà transitiva è d'obbligo visto che il luogo in cui abbiamo brindato al 2009 è stato il paesino di Monterenzio, sull'appennino sud orientale adagiato in un territorio"pieno di valli"!!! Il savoir faire culinario emiliano ha trionfato sulla tavola dei nostri ospiti romani da poco adottati e sapientemente convertiti alle ricette locali. Consigliati da una delle regine della pasta ripiena bolognose, (quanto prima vi fornirò l'indirizzo) abbiamo assaggiato caramelle con ripieno di parmigiano e radicchio condite da una crema di cipolla appassita nel burro. Per secondo è stato il turno del macellaio di Monterenzio che ha letterarmente costretto la padrona di casa a farci assaggiare ossobuco di manzo rosolato su una base di soffritto e cotto nel latte.
Il temperamento degli emiliani si esprime nella loro cucina. La rotondità dei sapori scalda il cuore e non solo; così in una Bologna imbiancata noi, come viandanti, abbiamo trovato rifugio e un pasto caldo presso la Trattoria del Rosso, colore spesso associato alla città bolognese. Tra le faccie degli affezionati che avevano prenotato per tempo, noi eravamo lì ad assaggiare i classico antipasto. Un must: crescentine calde riempite da un cucchiaio di squacquerone, seguite da un boccone di mortadella!!! e io sarei già stata a posto se non fosse che non si potevano non onorare anche i primi: i mitologici tortellini, rigorosamnte in brodo, tortelloni e infine passatelli anch'essi in brodo. Per i carnivori niente paura l'Emilia non pùo deluderli. Il protagonista indiscusso è il maiale! Così, volendo si poteva concludere con un succulento stinco al forno, accompagnato dal classico friggione. Magari la prossima volta... perchè sono sicura che ci sarà!!! Non vedo l'ora.

Trattoria del Rosso
Via Augusto Righi, 30
Bologna tel. 051 236730

1 commento:

giuseppe ha detto...

Mortadella... mmm...Che buona! Nel pane appena sfornato è una delizia!
Giuseppe